×

Cinema all’aperto a Riccione Paese estate 2012 programmazione film

pista ghiaccio riccione
Commenti disabilitati su Cinema all’aperto a Riccione Paese estate 2012 programmazione film

Cinema all’aperto a Riccione Paese estate 2012 programmazione film

Un’edizione che presenta sostanziali e positive novità:

quarantacinque serate di grande cinema, ogni sera tranne il mercoledì, che verranno proiettate in digitale 2k, caratteristica davvero insolita per un’arena. La tecnologia digitale consentirà un’elasticità di programmazione unica e fino ad oggi impensabile per qualsiasi arena estiva:la diretta di opere liriche,la proiezione di documentari in anteprima o di film digitalizzati.

La rassegna, promossa da Giometti Cinema e dal Comune di Riccione – Assessorato alla Cultura, con la collaborazione dell’associazione Famija Arciunesa, inizia con la proiezione del film  Romanzo di una strage  di Marco Tullio Giordana (Italia,2012,130′). Grazie alla collaborazione con il Premio Riccione per il Teatro e il Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi la prima serata potrà fregiarsi della presenza dell’attore Fabrizio Gifuni, che nel film di Giordana interpreta Aldo Moro. L’attore, tra i più affermati del cinema e teatro italiano, testimone principale della campagna di occupazione del Teatro Valle per la difesa dei luoghi della cultura, al termine della proiezione incontrerà il pubblico in una chiacchierata condotta  dal professor Marco Bertozzi.

Altro appuntamento esclusivo dell’arena riccionese, sabato 14 luglio, la proiezione in prima assoluta di “Viaggetto nella pianura” di Nene Grignaffini e Francesco Conversano con Ivano Marescotti, che narra dei  luoghi della bassa emiliano-romagnola. L’amato attore Ivano Marescotti, davvero di casa a Riccione, sempre acclamato dal pubblico locale, sarà presente insieme ai registi e a Pico, il “mitico” fotografo riccionese che è stato protagonista del film nelle scene girate sulla spiaggia della nostra città.

Ulteriore ospite della prima quindicina di film è per sabato 21 luglio con la presenza del  giovane regista emiliano  Marco Righi  e la sua opera prima “I giorni della vendemmia” (Italia, 2010, 80′), ormai un cult movie, anche per i suoi metodi produttivi,un budget autofinanziato a basso costo e l’autodistribuzione.

Nella ricorrenza del 50° dalla morte non poteva mancare l’omaggio a Marilyn Monroe con il leggendario “A qualcuno piace caldo” di Billy Wilder, la versione restaurata in digitale, di quella che è considerata una delle migliori commedie di sempre.
Da segnalare lo spazio del lunedì riservato ai ragazzi e alle famiglie, con la riproposta di  un classico Walt Disney, “La carica dei 101″ e l’eccezionale documentario “La vita negli oceani” raccontato da Neri Marcorè di  Jacques Perrin.Presenti anche titoli dei grandi successi commerciali della stagione invernale ( Quasi Amici e Benvenuti al Nord, Sherlock Holmes, The Help, Marigold Hotel ) oltre a debutti insoliti e sorprendenti (  Ciliegine  di Laura Morante). Immancabile l’omaggio al cinema nazionale con lo straordinario sorprendente This Must Be The Place, con uno straordinario Sean Penn che si lascia plasmare da uno dei registi della rinascita del nostro cinema,Paolo Sorrentino; doveroso  anche “Cesare deve morire” dei Fratelli Taviani,ritenuto  il più bell’ italiano dell’anno,con uno strepitoso David di Donatello.

Un’edizione che presenta sostanziali e positive novità:

quarantacinque serate di grande cinema, ogni sera tranne il mercoledì, che verranno proiettate in digitale 2k, caratteristica davvero insolita per un’arena. La tecnologia digitale consentirà un’elasticità di programmazione unica e fino ad oggi impensabile per qualsiasi arena estiva:la diretta di opere liriche,la proiezione di documentari in anteprima o di film digitalizzati.

La rassegna, promossa da Giometti Cinema e dal Comune di Riccione – Assessorato alla Cultura, con la collaborazione dell’associazione Famija Arciunesa, inizia con la proiezione del film  Romanzo di una strage  di Marco Tullio Giordana (Italia,2012,130′). Grazie alla collaborazione con il Premio Riccione per il Teatro e il Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi la prima serata potrà fregiarsi della presenza dell’attore Fabrizio Gifuni, che nel film di Giordana interpreta Aldo Moro. L’attore, tra i più affermati del cinema e teatro italiano, testimone principale della campagna di occupazione del Teatro Valle per la difesa dei luoghi della cultura, al termine della proiezione incontrerà il pubblico in una chiacchierata condotta  dal professor Marco Bertozzi.

Altro appuntamento esclusivo dell’arena riccionese, sabato 14 luglio, la proiezione in prima assoluta di “Viaggetto nella pianura” di Nene Grignaffini e Francesco Conversano con Ivano Marescotti, che narra dei  luoghi della bassa emiliano-romagnola. L’amato attore Ivano Marescotti, davvero di casa a Riccione, sempre acclamato dal pubblico locale, sarà presente insieme ai registi e a Pico, il “mitico” fotografo riccionese che è stato protagonista del film nelle scene girate sulla spiaggia della nostra città.

Ulteriore ospite della prima quindicina di film è per sabato 21 luglio con la presenza del  giovane regista emiliano  Marco Righi  e la sua opera prima “I giorni della vendemmia” (Italia, 2010, 80′), ormai un cult movie, anche per i suoi metodi produttivi,un budget autofinanziato a basso costo e l’autodistribuzione.

Nella ricorrenza del 50° dalla morte non poteva mancare l’omaggio a Marilyn Monroe con il leggendario “A qualcuno piace caldo” di Billy Wilder, la versione restaurata in digitale, di quella che è considerata una delle migliori commedie di sempre.
Da segnalare lo spazio del lunedì riservato ai ragazzi e alle famiglie, con la riproposta di  un classico Walt Disney, “La carica dei 101″ e l’eccezionale documentario “La vita negli oceani” raccontato da Neri Marcorè  di  Jacques Perrin.

Presenti anche titoli dei grandi successi commerciali della stagione invernale ( Quasi Amici e Benvenuti al Nord, Sherlock Holmes, The Help, Marigold Hotel ) oltre a debutti insoliti e sorprendenti (  Ciliegine  di Laura Morante). Immancabile l’omaggio al cinema nazionale con lo straordinario sorprendente This Must Be The Place, con uno straordinario Sean Penn che si lascia plasmare da uno dei registi della rinascita del nostro cinema,Paolo Sorrentino; doveroso  anche “Cesare deve morire” dei Fratelli Taviani,ritenuto  il più bell’ italiano dell’anno,con uno strepitoso David di Donatello.

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO

Condividi l'offerta!