Il territorio di Poggio Berni ha una caratteristica: nelle campagne si trovano sia grandi edifici storici, particolari per la loro bellezza e le loro vicende, sia interessantissimi edifici “popolari”, ricchi di riferimenti alla cultura tradizionale di questi luoghi. I primi sono palazzi e ville nobili con origini lontane nel tempo, appartenuti alle più potenti famiglie e casate locali, i secondi sono i mulini che venivano utilizzati da una vasta area agricola che ancor oggi si estende intorno al centro principale.

È singolare la concentrazione di antichi palazzi e il numero elevato dei mulini ma queste, se ci si pensa, sono le due facce di una stessa medaglia, testimonianze della ricchezza di queste campagne da sempre fertili e popolose. Questo tratto della Signoria dei Malatesta non aveva forse bisogno di grandi fortezze, protetto com’era dalle rocche potenti di Santarcangelo, Torriana e Verucchio, era però ambito per la sua fertilità e per la bellezza del paesaggio che si allarga tra fiumi e colline.

Per questo sorsero castelletti, grandi palazzi fortificati e ville sfarzose che, pur avendo prevalentemente funzione residenziale, dovevano comunque proteggere i nobili proprietari.

 Patrono: San Giorgio 23 aprile.

Il territorio è composto in prevalenza da basse colline verdeggianti, che si distendono lievemente verso i letti dei fiumi Marecchia ed Uso. Confina con Verucchio, Torriana, Santarcangelo, Borghi.

Da visitare:

  • Palazzo Marcosanti
  • Palazzo Astolfi
  • Parco della Cava
  • Chiesa parrocchiale di S. Andrea Apostolo
  • Chiesa Santa Maria Annunziata
  • Chiesa di Santo Marino
  • Fontana della memoria di Tonino Guerra
  • Molino Moroni