Su alcuni scogli di roccia tipici della Valmarecchia, che in tempi di invasioni e ostilità rappresentavano un’ottima difesa naturale, si distinguono i profili di Torriana e Montebello. Due roccaforti imprendibili che hanno visto gli splendori della Signoria dei Malatesta e le battaglie aspre con i castelli e le truppe del Montefeltro.

Due borghi che nei secoli hanno avuto sorti diverse: Torriana si è modificata ed è divenuta il capoluogo comunale, il borgo di Montebello è rimasto praticamente intatto ed il suo silenzio, durato secoli, è oggi la sua fortuna essendosi preservato come una vera isola di storia e cultura. Tanta storia, ma non solo; ci sono anche misteriose leggende e c’è un ambiente naturale particolarmente ricco e importante.

Torriana si chiama cosi solo dal 1938; prima aveva un nome sicuramente meno dolce ma che da solo bastava a descrive l’asprezza di un luogo tutto abbarbicato sulla nuda roccia. Il suo nome era “Scorticata”. C’è chi sostiene che nei sotterranei della fortezza di Torriana sia stato ucciso Gianciotto Malatesta resosi tristemente famoso per aver messo tragicamente fine all’incontro tra sua moglie

Francesca e suo fratello Paolo.

Patrono: San Vicinio 26 agosto.

Torriana è posta in vetta ad una rupe battente dominante la media valle del fiume Marecchia. Confina con Poggio Berni, Verucchio, Sogliano sul Rubicone, Borghi, San Leo.
Da visitare:

  • Rocca di Torriana
  • Torre di Torriana
  • L’albero dell’acqua
  • Rocca dei Guidi di Bagno
  • Santuario della Madonna di Saiano
Hotel Margareth*** sul mare con offerte e parcheggio in centro sul lungomare
0541645300
Albergo Riccione
4,5 su 5 di 150 recensioni
Hotel Margareth***
51star1star1star1star1star