×

Esibizione fanfara dei Carabinieri a Riccione

Commenti disabilitati su Esibizione fanfara dei Carabinieri a Riccione

Esibizione fanfara dei Carabinieri a Riccione

Questa sera, 14 luglio 2014 alle ore 21 sul grande palco di piazzale Roma, con ingresso libero, esibizione musicale diretta dal Maestro (M.A.s.UPS.) Ennio Robbio ed interpretata da 28 musicisti della Fanfara di Firenze.

Nell’ambito delle numerose iniziative intraprese in occasione del bicentenario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri, il Comune di Riccione, l’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo e la Compagnia Carabinieri di Riccione hanno organizzato un’iniziativa musicale a favore di tutti i cittadini, del personale dipendente e dei relativi familiari e degli appartenenti all’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo.

fanfara carabinieri

Nell’ambito dell’evento è stato inserito un momento di commemorazione, che precede il concerto, che prevede una deposizione di corone di fiori al monumento del  Servo di Dio V.B. Salvo D’Acquisto, per poi proseguire in parata militare, con in testa il primo cittadino di Riccione seguito dalla Fanfara, attraverso la centralissima viale Ceccarini sino a piazzale Roma, dove alle ore 21.00 si terrà il concerto.

L’esibizione musicale, dalla durata complessiva di circa 1h e 30 minuti, alla quale si ribadisce sono invitati a partecipare tutti i cittadini nonché autorità, personalità ed i club service della Provincia, sarà diretta dal Maestro (M.A.s.UPS.) Ennio Robbio ed interpretata da 28 musicisti della Fanfara di Firenze,  Carabinieri-musicisti in servizio permanente nella Fanfara che, qualora necessario, sono sempre pronti a svolgere il normale servizio d’istituto. In caso di pioggia l’evento musicale si terrà al palazzo del turismo.

L’Arma dei Carabinieri ha al suo interno 5 fanfare: oltre a questa di Firenze, Milano, Roma, Napoli e Palermo. La fanfara della Scuola Marescialli e Brigadieri di Firenze ha sede vicino alla famosa Cappella dei Papi, sul loggiato Brunelleschi, sovrastante lo splendido chiostro della Basilica di Santa Maria Novella. La denominazione Fanfara trae la sua origine dai trombettieri che affiancavano le divisioni dell’Arma a cavallo. Dal 1850, a seguito di un ampliamento organico, furono costituite le prime fanfare con soli ottoni e percussioni. Le successive evoluzioni l’hanno trasformata in una vera e propria banda. Le fanfare sono spesso impegnate per l’esecuzione di concerti, ma la principale e peculiare attività resta improntata allo svolgimento delle cerimonie che prevedono segnali e musiche tipiche dei militari. I musicisti che ne fanno parte sono carabinieri a tutti gli effetti. Essi vestono la Grande Uniforme Speciale con il tipico cappellone conosciuto col nome di “lucerna”. Su di esso vi è il pennacchio rosso e bianco che contraddistingue i musicisti dagli altri reparti dell’Arma (pennacchio rosso-blu).

error: Content is protected !!