×

Moto GP 2013: apertura straordinaria delle attività a mare della SS 16

Commenti disabilitati su Moto GP 2013: apertura straordinaria delle attività a mare della SS 16

Moto GP 2013: apertura straordinaria delle attività a mare della SS 16

E’ stata pubblicata venerdì 6 settembre 2013 l’Ordinanza sindacale per obbligare le attività ubicate a mare della SS16 a restare aperte fino al 15 Settembre 2013, termine della MotoGp, anche se tutte sono ancora aperte, perché il bel tempo e la manifestazione di pattinaggio hanno mantenuto viva la stagione anche in questo mese di settembre.

Per accogliere nel modo migliore i tantissimi turisti del motomondiale, il Sindaco vuole mantenere una città vitale anche la prossima settimana.

MisanoDal 13 al 15 settembre la Repubblica di San Marino e i Comuni della Riviera di Rimini organizzano infatti la gara mondiale di Moto Gp presso l’Autodromo Mwc di Misano Adriatico. Per la buona riuscita dell’evento, il Comune ha organizzato manifestazioni di intrattenimento nel corso della settimana precedente, per tenere viva la zona turistica anche in un periodo di bassa stagione e poter adeguatamente accogliere i turisti e gli appassionati costituendo interesse pubblico.

Per questo, si rende necessario che anche gli esercenti dei pubblici esercizi (bar, ristoranti pizzerie), dei locali di pubblico intrattenimento e svago (sale gioco, discoteche, ecc..) nonché i titolari degli stabilimenti balneari, delle strutture ricettive e gli esercenti le attività commerciali, restino aperti fino al 15 settembre compreso per far fronte in modo adeguato alle richieste delle decine di migliaia di turisti italiani e stranieri e appassionati che si riverseranno a Misano per l’occasione.

La città dovrà essere animata anche con le luci accese delle vetrine dei negozi, dei pubblici esercizi e di tutte le strutture ricettive. Ed è vietato fino al 15 anche il montaggio delle paratie alle vetrate nella zona mare della SS16 da Riccione a Portoverde. Restano confermate le limitazioni a tutela della pubblica quiete e quelle dell’impatto acustico.

La violazione dell’ordinanza comporta l’applicazione di multe da 100 a 600 euro. Eventuali situazioni eccezionali, adeguatamente motivate, dovranno essere formalizzate e vagliate dal Comune che provvederà a dare idonee disposizioni per il decoro urbano.

Condividi l'offerta!
Mostra
Nascondi
error: Content is protected !!